Blog: http://SPECCHIO.ilcannocchiale.it

LA PENNA

 



     Risultati immagini per penna con tastiera      La mia penna si sta snaturando...

Si ribella, stride, graffia, lascia delle tracce incomprensibili o si impenna ostinatamente. Se non la conoscessi penserei che fosse insidiata dallo  spettro maligno dell’inettitudine.

Si lavorava insieme,  almanaccando storie  e questa mutazione  è un guasto  all’umore. L’ho sempre sentita complice, una  protesi che mi combaciava, ma da un po’, quando la stringo, raccolgo delle  vibrazioni enigmatiche:  di sicuro sono indizi, vuole dirmi qualcosa e lo fa con l’eleganza anoressica del suo corpo. Cerco di potenziare le osservazioni e annoto sempre nuovi sintomi…

Sul  mio tavolo, fra gli oggetti  che sgomitano per trovare posto, il computer aspetta di venire attivato   e  quando mi capita di appoggiarla lì vicino  scivola e si lascia cadere.

Più che un gesto suicida, sembra una richiesta di attenzione.  La raccolgo e la rimetto  su, come si fa quando  i bambini  lanciano via dispettosamente gli oggetti.

I segnali di ripulsa continuano… ho il sospetto che  tenti di farmi  rinnegare questa  scrittura da amanuense pasticciona per spingermi  verso la tastiera del computer.

Incredibile! Ha deciso di sacrificarsi per permettermi di sfidare il nuovo che avanza...

Tanta abnegazione va oltre ogni congettura, è troppo coinvolgente perchè  possa svicolare.

Conto di affidarmi a quel tecnico così solerte, che mi pungola perché aggredisca  i  rudimenti dell’informatica: che ne avrei grandi vantaggi e il mio lavoro, rigenerato, acquisterebbe  scioltezza e incisività.

Devo farlo! Questa penna incontenibile, trascinante continua a tremarmi inquieta fra le dita  e non me la sento di deluderla.                                                               C.P.

Pubblicato il 23/2/2016 alle 19.28 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web